You are hereService

Service


Di seguito sono riportati i più recenti Service del Club e quelli realizzati in passato per Bologna.

  • Coro Papageno. L'Associazione MOZART14 nasce e si sviluppa come naturale prosecuzione dei progetti sociali ed educativi voluti da Claudio Abbado, eredita e fa proprio il suo messaggio: “la musica è necessaria alla vita: può cambiarla, migliorarla, e in alcuni casi addirittura salvarla”. Questa intuizione rivoluzionaria è trasformata oggi nella azione del Club. Il Coro Papageno, nato nel 2011 per volontà del Maestro Claudio Abbado e composto da detenuti e detenute della Casa Circondariale "Dozza" di Bologna, si è esibito in Senato, a Roma, alla presenza del Presidente Pietro Grasso e del Ministro Andrea Orlando. Il Concerto, organizzato in occasione della Festa Europea della Musica, si è tenuto lunedì 20 giugno 2016, ore 17, nell'Aula di Palazzo Madama.
  • Supporto scientifico e documentale da parte del Club, in particolare della encomiabile di Patrizia Tomba, alla Laurea di Serena Fabbrini per la tesi in Storia del Pensiero Scientifico dal titolo "Matris animo curant. Pediatria e impegno sociale nella vita di Edmea Pirami (1899-1978)". Il Relatore, prof. Ciardi, e il Correlatore, prof. De Angelis, nell'esigenza di documentazione su Edmea Pirami, nostra Socia Fondatrice, si erano rivolti al nostro Club di Bologna, dove grazie alla nostra Socia Patrizia Tomba, bibliotecaria di professione, è stato messo a disposizione l'archivio documentale donato da Maria Longhena e offerto supporto esperto alla laureanda.
  • Progetto di Educazione all’Ascolto della musica (formazione della persona dall’infanzia): lezioni di storia della musica nella pinacoteca cittadina  per le scuole Primarie e Secondarie.
  • Sostegno al percorso formativo artistico al servizio degli insegnanti di base per favorire l’integrazione e la socializzazione scolastica: situazioni di disagio caratteriale e culturale gestite con un progetto teatrale in una scuola elementare: reinserimento a scuola di bambino rimasto orfano per malattia di una sorellina (attraverso Progetto MUS-E’)
  • Laboratorio sartoriale femminile in Uganda: formazione professionale e sviluppo di produzione per vendita (prosecuzione )
  • "Bimbi Rari: per aiutare la scienza ad accogliere la vita e a gioire di essa". Il Progetto di implementazione dell'offerta di sostegno psicologico altamente specializzato sul ‘Progetto di attività clinica-psicologica per i pazienti con malattia rara in età evolutiva’ per il Centro HUB Malattie Rare Pediatriche della UO Pediatria Pession, Policlinico S.Orsola Malpighi, il cui staff è declinato al femminile. (v. descrizione del progetto)
  • "Aula d'ascolto protetta" Realizzazione spazio di ascolto protetto per vittime di violenza e minori in Questura 
  • Padre Gaetano della comunità di St.Clelia scrive a Donatella Dal Rio Minelli: "Madam President Soroptimist Bologna,Your name Soroptimist is not new to the family of St Clelia-Kitanga. We remember with great appreciation what you have so far done for us. I have received with a lot of joy and excitement the good news from Shwenkuru Massimo that your organization under your wise leadership you again generously donated Euro 1500 towards our tailoring project. This is very kind of you. Therefore take this opportunity to sincerely thank you for this kind and parental generosity to help the vulnerable people here. We shall remember you in our prayers. Thank you very much Fr Gaetano" (2015). (v. foto)
  • Donazione di una teca espositiva per la Biblioteca Storica dello IOR. La collezione è un vero tesoro della nostra città con cimeli che narrano la storia di tante scienziate bolognesi che si sono distinte nella scienza e competenti al punto di avere avuto il merito di fondare scuole per accogliere la vita, istituire enti di ricovero per indigenti e dare impulso alla conoscenza medica attraverso la realizzazione di capolavori artistici, quali cere e modelli. Molti di questi splendidi oggetti, sebbene catalogati e restaurati, non hanno un proprio spazio espositivo e la donazione del Club di Bologna potrà dare il via ad una nuova sezione della Biblioteca, dedicata alle figure femminili della storia della scienza bolognese (2014).
  • Le Soroptimiste bolognesi, con in testa la presidente Donatella Dal Rio Minelli, hanno devoluto alla onlus "Il sogno di Stefano" la cifra solitamente impiegata per scambiarsi doni natalizi, che sono cosí divenuti un unico regalo: attrezzature sanitarie per i piccoli ammalati, che saranno ufficialmente consegnate al Policlinico S.Orsola il 16 dicembre 2014. La onlus "Il sogno di Stefano" è una associazione di volontari fondata dieci anni fa da Marisa Coccato, la mamma di un bimbo, Stefano, stroncato da una grave e rara malattia renale. Attiva in tutta Italia, ma specialmente a Bologna, "Il sogno di Stefano" sostiene l'attivitá di cura e ricerca della Nefrologia pediatrica diretta dal dottor Giovanni Montini.
  • Sostegno alla realizzazione di un Volume fotografico di educazione ambientale (2013). Il volume fotografico “Visioni di zone umide”, frutto di un service partecipato con l’autore Daniele Bottau e aperto dalla Prefazione della Presidente Rosanna Scipioni, sarà utilizzato per la diffusione di un rapporto consapevole con l’ambiente e sarà illustrato negli Istituti scolastici che hanno ospitato il Progetto “Donne, diritti e Dignità”; potrà così consentire una riflessione delle giovani leve sull’importanza di ciò che a volte può apparirci scontato o privo di interesse, ma soprattutto a vivere l’educazione ambientale anche attraverso il riconoscimento delle fragilità, che le “visioni” di Daniele Bottau ci mostrano appieno: è auspicabile che esse suscitino, nel contempo, corretti comportamenti di comprensione e di difesa, con tutte le implicazioni possibili nei confronti delle fasce deboli, ambiente o persone che siano. Il volume, che viene presentato alla conclusione del mandato 2011-2013 della Presidente, conclude anche il percorso di educazione ambientale sviluppato nei due anni. Finalità aderente al Progetto europeo: Soroptimists go for Water and food.
  • Service a favore di bambini bielorussi non udenti (progetto Chernobyl). Il Club ha nuovamente realizzato il service iniziato quattro anni fa e necessariamente sospeso lo scorso anno a causa del terremoto dell’Emilia, fornendo apparecchi acustici a bambine e bambini bielorussi resi sordi dalle conseguenze del disastro di Chernobyl. Grazie alla generosa integrazione da parte di un’azienda sponsor e di alcune socie, i fondi disponibili sono stati sufficienti all’acquisto di quattro apparecchi di nuova generazione, leggeri, duttili e particolarmente idonei ad accompagnare i bambini nella crescita, per un costo totale di 5.400 euro. Il gruppo di bambini (FOTO), ospitato a Sala Bolognese (BO) dal 30 giugno al 29 luglio presso famiglie e presso una struttura ricettiva di proprietà del Comune, comprendeva bambini che avevano già beneficiato di analogo service e altri (una bambina e un bambino, sordi da entrambi gli orecchi) che sono stati sottoposti a visita specialistica e all’applicazione degli apparecchi appositamente realizzati. SI Finalità 1, Obiettivo PF: Rivolgere l'attenzione alle esigenze specifiche delle donne e delle ragazze migliorando la sostenibilità ambientale e mitigando gli effetti del cambiamento climatico e delle catastrofi ambientali.
  • Nel mese di giugno 2013 si è concretizzata la realizzazione del service, deliberato nell’Assemblea del 27 novembre 2012, a favore delle donne del villaggio di Kitanga, in Uganda: la somma destinata (1500 euro) è stata impiegata a sostegno delle attività femminili per l’allestimento e la realizzazione di un locale per cucito nell’ambito del Progetto “Una goccia per l’Uganda” (articolo) Nella FOTO: bambini a Kitanga. 
    SI Finalità 1, Obiettivo PF: Favorire il raggiungimento di un’autonomia economica e di opportunità sostenibili per l’occupazione femminile. Progetto di Solidarietà internazionale.
  • Sostegno per gli archivi terremotati dell’Emilia e alla relativa mostra Terra tremuit (2013). Il Club ha aderito all’iniziativa benefica a favore degli archivi colpiti dal sisma di maggio 2012 rispondendo all’invito della Soprintendenza Archivistica per l’Emilia Romagna nel dare aiuto e sostegno alla diffusione dell’iniziativa “Terra tremuit. Incisori per gli archivi”, mostra di 109 opere messe a disposizione da artisti aderenti all’Associazione Liberi Incisori, il cui ricavato era destinato ad interventi di recupero a favore degli archivi dei Comuni dell’Emilia danneggiati dal sisma. Durante la mostra era possibile formulare offerte collegate alle opere esposte. Il Club di Bologna ha completato il service di aiuto all’iniziativa destinando 200 euro all’acquisto di un’opera da utilizzare a sostegno di una successiva serata conviviale. Finalità aderente al Progetto dell’Unione italiana: Solidarietà nazionale.
  • Partecipazione a Service Interclub a favore del Mali (2013). Il Club di Bologna ha deciso di aderire, insieme a tutti i club dell’Emilia Romagna, alla realizzazione di un progetto a favore del Mali proposto e coordinato dal Club di Piacenza. La domanda di aiuto, di cui si è fatta portavoce l’Associazione Onlus Kanagà 2008, che attua numerose iniziative umanitarie a favore della popolazione di etnia Dogon, proviene dalle donne del villaggio di Ouro Koin e riguarda la fornitura di un mulino dotato di motore per la macina del miglio, attualmente macinato a mano, al fine di poter iniziare un’attività di tipo imprenditoriale. Il progetto, che ha comportato un costo complessivo di euro 3.150, prevede l’acquisto e la fornitura del motore, della macina, del decorticatore, il relativo trasporto in loco, l’installazione, nonché l’acquisto delle tubature. Ogni Club ha contribuito con 350 euro. Nella foto: Donne del villaggio Ouro Koin. Finalità aderente al progetto dell’Unione italiana: Microcredito.
  • Partecipazione, con 1000 euro, alla ricostruzione post-terremoto del Centro Commerciale “Cavezzo 5.9”. Nell’ambito della ricostruzione dopo il terremoto del maggio 2012 alcune imprenditrici hanno pensato a un centro shopping costruito con containers marittimi usati, coibentati e adattati allo scopo. Tra le sponsorizzazioni, la più importante (90.000 €) è stata quella del Soroptimist Nazionale, che, sensibilizzato dal Club di Modena, ha raccolto la somma fra i 140 Club italiani e l’ha destinata a questa iniziativa che risponde ai principi del Club: aiuto sollecito e concreto da donna a donna. Ne è nato un complesso nuovo e giovane che comprende 17 attività: abbigliamento, merceria, fioreria, estetica, acconciature e altro, al primo piano pizzeria, spaghetteria e bar: inoltre uno spazio per i bambini e la sede del’Ascom, anch’essa distrutta dal terremoto. SI Finalità 1, Obiettivo PF: Rivolgere l'attenzione alle esigenze specifiche delle donne e delle ragazze migliorando la sostenibilità ambientale e mitigando gli effetti del cambiamento climatico e delle catastrofi ambientali.
  • Borsa di studio alla giovane pianista impegnata a fornire accompagnamento musicale dal vivo agli spettacoli del BabyBoFè (2013). Euro 1500. Il Club di Bologna ha sostenuto nuovamente la rassegna di musica classica per bambini (BabyBoFè) organizzata dall'Associazione Bologna Festival, con l'erogazione di una borsa di studio a favore di una giovane pianista. Il service, iniziato due anni fa, garantisce l'accompagnamento degli spettacoli, tutti presso il teatro dell’Antoniano di Bologna, con musica dal vivo e ha permesso di individuare e premiare una talentuosa musicista, nonché di contribuire al coinvolgimento di bambini dai tre anni in su nell'ascolto della musica classica. L'iniziativa, alla sua 6° edizione, ha compreso quattro spettacoli: 20 gennaio 2013, 10 febbraio 2013 (FOTO), 3 marzo 2013, 24 marzo 2013.
    SI Finalità 1, Obiettivo PF: Aumentare le opportunità formali o informali di accesso all'apprendimento.
  • Piccolo service a favore della Società Cooperativa IT2, che gestisce il gruppo socio-educativo Verbena. Il gruppo Verbena, composto da disabili gravi inseriti in un contesto protetto, ha realizzato l'oggetto utilizzato dalla Presidente Rosanna Scipioni come cadeau natalizio per le socie e per gli ospiti in occasione del Soroptimist Day. Si tratta di alberelli natalizi in sughero con richiamo ai colori del Club, la cui preparazione ha impegnato gli artefici e li ha resi parte di un piccolo progetto. Il ricavato si trasformerà in ulteriori attività, come ad esempio l'acquisto di sementi per l'orto in serra. Il dono è stato molto apprezzato anche dalla Presidente Nazionale Flavia Pozzolini, che l'ha inserito nei suoi auguri natalizi ai Club dell'Unione.
  • Nella stessa sera: sostegno al progetto umanitario internazionale rivolto alle donne, per il Soroptimist Day, con 500 euro.
  • Corsi di formazione legale per donne rwandesi. Riunito nell'Assemblea del 7 novembre 2012 il Club, nell’ambito del progetto internazionale “Land Tenure”, ha deliberato di ‘adottare’ tre donne rwandesi le quali, una volta frequentato un corso di formazione legale, potranno far valere il loro diritto di accesso alla terra. A tal fine è stata corrisposta la somma di €.270.
    Finalità aderente al Progetto dell’Unione italiana: Water and food. SI Finalità 2, Obiettivo PF: Rafforzare e accrescere la presenza Soroptimist International come organismo di difesa a tutti i livelli.  
  • Aiuto alle popolazioni colpite dal terremoto dell’Emilia con la vendita della pubblicazione “Lavoro e identità nazionale” (visita alla mostra, attività del 12 giugno) e con la partecipazione alla sottoscrizione del Soroptimist d’Italia per la realizzazione di progetti a favore di attività imprenditoriali femminili o nel campo sociale per finalità riferibili agli scopi SI (2012). SI Finalità 1, Obiettivo PF: Rivolgere l'attenzione alle esigenze specifiche delle donne e delle ragazze migliorando la sostenibilità ambientale e mitigando gli effetti del cambiamento climatico e delle catastrofi ambientali.  
  • Supporto all’evento solidale Concerto Lirico di Ruggero Raimondi e Anna Caterina Antonacci - Teatro Comunale – Bologna, a favore della Fondazione Hospice Maria Teresa Chiantore Seragnoli ONLUS - Hospice Bellaria e Hospice Seragnoli (2012) 
  • Sostegno al progetto umanitario internazionale rivolto alle donne, per il Soroptimist Day, con 600 euro (dicembre 2011).
  • Borsa di studio alla giovane pianista impegnata a fornire accompagnamento musicale dal vivo agli spettacoli del BabyBoFè (2010-2011 e 2011-2012) (FOTO).
    Il Club di Bologna sostiene la rassegna di musica classica per bambini (BabyBoFè) organizzata dall'Associazione Bologna Festival, con l'erogazione di una borsa di studio a favore di una giovane pianista. Il service, iniziato lo scorso anno, garantisce l'accompagnamento degli spettacoli, tutti presso il teatro dell’Antoniano di Bologna, con musica dal vivo e ha permesso di individuare e premiare una talentuosa musicista, nonché di contribuire al coinvolgimento di bambini dai tre anni in su nell'ascolto della musica classica. L'iniziativa, alla sua 5° edizione, ha compreso quattro spettacoli: 17/18 dicembre 2011, 21/22 gennaio, 11/12 febbraio, 17/18 marzo 2012.
    SI Finalità 1, Obiettivo PF: Aumentare le opportunità formali o informali di accesso all'apprendimento.
  • Distribuzione gratuita a biblioteche e a scuole primarie e secondarie della pubblicazione “La voce delle donne – Guida al Risorgimento dell’Emilia Romagna”, realizzata dalla rete dei Soroptimist Club della Regione (2011)
  • Restauro litografie risorgimentali in Archiginnasio (2011)
  • Nuovo allestimento didattico del percorso degli scavi archeologici in Sala Borsa (2011, insieme ad altre Associazioni)
  • Apparecchi acustici per bambini bielorussi audiolesi ospiti del Comune di Sala Bolognese (2008, 2009, 2010, 2011)
  • Rampa di accesso per disabili al Museo Medievale (2008)
  • Poltroncine estendibili e reclinabili per le camere di degenza dell’Istituto Ortopedico Rizzoli (2007)
  • Aiuola di Via Riva Reno (2001)